Trionfo di Sapori

casaro

L’abilita' di trasformare la materia prima in forme splendide dal gusto ineguagliabile.

L’esigenza dell’uomo di migliorare le proprie condizioni di vita, e soprattutto la qualità e la quantità di prodotti alimentari a disposizione per la propria sussistenza, ha fatto sì che l’allevamento del bestiame divenisse di fondamentale importanza per l’esistenza di una comunità. Il continuo miglioramento delle condizioni di vita degli animali, tali da far sì che essi dessero vita a prodotti qualitativamente elevati, è stato accompagnato da una progressiva evoluzione delle tecniche di lavorazione di tali prodotti, tali da creare capolavori di gusto unici. In tale processo, il Casaro ha un ruolo di primo piano nel mondo contadino, essendo addetto alla lavorazione, preparazione e conservazione dei latticini. Le prime tracce di questo antico mestiere risalgono al III millennio a.C. presso i Sumeri, come testimonia un bassorilievo chiamato “Fregio della latteria” raffigurante personaggi che lavorano il latte. Attraverso la migrazione di alcune tribù asiatiche, intorno al 700 a.C., la lavorazione del latte si diffuse in Europa, dando come primo risultato la creazione di bevande acide, citate da Erodoto, dette Kumis. Le tecniche casearie vennero perfezionate dai Casari dell’Impero Romano che introdussero l’uso del latte di vaccino nella preparazione dei formaggi. L’evoluzione di questo mestiere nelle diverse aree geografiche ha portato alla creazione di una grande varietà di prodotti sia freschi sia stagionati, che in Irpinia raggiungono vette d’eccellenza. Tra le varie mansioni del Casaro rientra la pesatura del latte, l’aggiunta del caglio, la messa in forma, la scrematura e la burrificazione. Tutte queste fasi della lavorazione del latte vengono spesso compiute secondo metodi tradizionali, tramite l’utilizzo di utensili che, come un pittore con i propri pennelli, il Casaro sa utilizzare con maestria: il mestolo per spannare, quello per il latte, la zangola per lavorare il burro e gli stampi, e le forme per il formaggio. Il Casaro è, oggi, una figura professionale altamente specializzata che ha frequentato corsi di tecnico di trasformazione agroalimentare lattiero-caseario e che ha ben presente i moderni metodi di lavorazione del latte unendoli, tuttavia, all’antica tradizione tramandata da secoli, al fine di conservare la genuinità di un mestiere millenario.

 

News

Ultimo appuntamento a Sal…

Lunedì 1 giugno 2015 nel comune di Salza Ir...

Chiusano di San Domenico…

Penultima tappa dell’evento itinerante &ldqu...

A Caposele, appuntamento …

Sabato 23 maggio 2015 sarà ospitata presso ...

mappa-interattiva-button

Le Nevere TV


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.